Slugging cos’è, come si fa e quando è necessario farlo

slugging

    Una nuova tendenza spopola sui social media: lo slugging è la nuova pratica skincare per una pelle ben idratata. Ma cos’è lo slugging? Con quali prodotti si fa e come? È davvero adatto a tutti? 

    Sebbene sia un trend recente, lo slugging è una pratica nota da sempre a dermatologi e le sue origini sono, come spesso accade, ricollegate alla skincare coreana, per la cura di pelli secche e con eczemi.

    Non è quindi adatto a tutti e si può fare in più modi. Vediamo come.

    slugging

    Slugging: cos’è? Come funziona?

    Nonostante la parola slug significhi lumaca, ha poco a che fare con i prodotti alla bava di lumaca, riguarda invece l’effetto che si ottiene sulla pelle con l’utilizzo di questa pratica. Lo slugging infatti prevede l’applicazione di un prodotto occlusivo che vada a “sigillare” i passaggi precedenti della routine skincare. Questo prodotto, applicato in abbondanza, crea una patina sul viso molto scivolosa, che ricorda per questo l’effetto della bava di lumaca. 

    I prodotti occlusivi infatti creano una barriera sulla pelle che ne impedisce la disidratazione (evaporazione transepidermica TEWL – Trans-epidermal water loss), ecco perché sono spesso consigliati alle pelli secche e con dermatiti.

    I passaggi e i prodotti per fare slugging

    Tra i prodotti di punta per fare slugging c’è sicuramente la vaselina, ma va ricordato che alla base di questa pratica deve esserci una corretta e completa skincare routine:

    • detersione molto accurata
    • eventuale tonico, lozione, siero
    • contorno occhi
    • crema viso

    Solo dopo questi passaggi è possibile fare slugging, ma prima di tutto, bisogna tenere da conto queste piccole attenzioni:

    • Si pratica di sera, prima di andare a dormire. Non è un protocollo da giorno, data l’applicazione di prodotto che rende la pelle molto unta. 
    • Anche per questo motivo, non è consigliabile ad una pelle grassa o a tendenza acneica, con rosacea o particolarmente sensibile. 
    • Va effettuato sporadicamente: non è un trattamento quotidiano, può essere inserito nella propria routine una o due volte al mese in sostituzione della maschera notturna o con un protocollo mirato che duri 3-4 applicazioni consecutive, per poi essere stoppato.
    • Come quando si usano le sleeping mask, è meglio utilizzare una federa apposita, in caso si macchi.
    • Non farlo se nella tua routine stai usando retinoidi, esfolianti chimici o enzimatici, perché in questo caso l’occlusione potrebbe risultare controproducente per la pelle, sensibilizzandola.
    • La detersione è fondamentale, sia prima di effettuare lo slugging, che al mattino seguente, per eliminare gli eventuali residui.
    • Sebbene sui social impazzino foto con generosissime quantità di prodotto, non è necessario applicarne più di una nocciolina per ottenere l’effetto occlusivo.
    slugging

    Perché la vaselina? Ci sono alternative?

    La vaselina, il cui nome INCI è petrolatum, ha origine sintetica e in cosmetica è inserita nelle formulazioni per il suo potere emolliente e idratante, dato dalla caratteristica di essere occlusiva.

    Il termine occlusivo è spesso visto in maniera negativa, in realtà è una caratteristica importante in alcune formulazioni, perché contribuisce al mantenimento di una pelle protetta, morbida e idratata proprio impedendo l’evaporazione dell’acqua

    Viene spesso consigliata infatti, per questo suo potere “sigillante” a chi ha ferite, eczemi, dermatiti, psoriasi, e più in generale a chi ha la pelle molto secca o si trova in una condizione di pelle molto disidratata.

    Data la sua derivazione, la vaselina oggi non è sempre ben vista in cosmesi, ma fortunatamente non è l’unico prodotto che si può utilizzare per fare slugging, sebbene sia il più famoso.

    Difatti è possibile sostituirla con prodotti a base di burri e oli molto corposi, che sono in grado di svolgere la stessa funzione barriera e sono di origine vegetale.

     

    Disclaimer

    Moodyskin si impegna a garantire l'accuratezza di immagini e delle informazioni dei prodotti in vendita, tuttavia modifiche riguardanti l'imballaggio e/o gli ingredienti da parte dei produttori potrebbero essere in corso di aggiornamento sul nostro sito. I prodotti possono essere spediti occasionalmente in confezioni alternative da parte del produttore, ciononostante si garantisce l’originalità e la freschezza del prodotto. Si prega di leggere attentamente le etichette, le istruzioni e le avvertenze riportate sulle confezioni originali, tenute costantemente aggiornate dallo stesso produttore; facendo riferimento alle informazioni sul sito solo ed esclusivamente a titolo informativo. In nessun caso le informazioni presenti sul sito, costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non sostituiscono il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Se si hanno dubbi in merito all'utilizzo di un prodotto, per sostanze o ingredienti in esso contenuti, si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o dello specialista riguardo qualsiasi indicazione riportata sull'etichetta del prodotto ed eseguire un patch test al primo utilizzo. Moodyskin non risponde in alcun modo riguardo sensibilizzazioni o allergie personali agli ingredienti del prodotto riportati sull'etichetta della confezione originale, oltremodo non possono essere considerate difetto del prodotto stesso.