L’applicazione del tonico viso è lo step 4 della skincare routine coreana. E’ un passaggio importante che troppo spesso viene trascurato nella cura quotidiana della pelle.

Dopo aver completato la fase di pulizia, eliminando i residui di detergente, svolge il suo ruolo principale: riequilibrare il pH della pelle, cioè la sua naturale acidità che la protegge dai microrganismi esterni e che dopo la detergenza a base alcalina fatica a riacquistare i suoi valori; si pensi che una pelle normale impiega un minimo di due ore mentre una pelle secca può impiegarne anche otto. 

Il tonico essendo a base acida accelera la normalizzazione. Scopri di più a fondo pagina. Qui intanto puoi trovare i migliori tonici viso coreani.

I TONICI SONO ANCHE DISPONIBILI NELLA SEZIONE DEDICATA ALLA J-BEAUTY, LI TROVI CON IL NOME DI “LOTION”!

Non disponibile
-20%
Non disponibile
Il prezzo originale era: 20,90 €.Il prezzo attuale è: 16,72 €.
-100%
Il prezzo originale era: 23,90 €.Il prezzo attuale è: 0,00 €.

    Che cos’è un tonico viso?

    Un tonico è una soluzione liquida a base d’acqua, o acqua e alcol; nel primo caso parliamo di soluzioni acquose, nel secondo di soluzioni idroalcoliche, in entrambe i casi alla soluzione vengono aggiunti acidificanti, preservanti e sostanze funzionali in base alla tipologia di tonico che si vuole ottenere: astringente, lenitivo, calmante, purificante.

    Il tonico ha origini molto lontane nel tempo, nasce con l”Acqua Celeste” di Caterina Sforza , signora di Imola e Forlì, molto appassionata di medicina, alchimia, e cosmetica, la sua ricetta si ritrova nellaraccolta “Experimenti” (1894).

    L’Acqua Celeste, chiamata così per sottolinearne la natura miracolosa della soluzione, era un distillato di erbe e spezie e frutti; il suo scopo era quello di rinfrescare e addolcire la pelle per una seconda giovinezza, per mantenere la bellezza, come quella di Caterina Sforza, viva nel tempo.

    A cosa serve un Tonico Viso?

    • il tonico completa la pulizia della pelle eliminando eventuali residui di trucco e di detergente;
    • riequilibra il pH della pelle riportandolo ai suoi valori normali;
    • tonifica la pelle, la rivitalizza con le sue proprietà astringenti, lenitive, addolcenti ,dermopurificanti e rassodanti , rinfrescanti grazie all’utilizzo di ingredienti come: lavanda, arancio, camomilla, calendula, hamamelis e rosa. D’altra parte il processo di evaporazione e al relativo raffreddamento della superficie epidermica; porta quella sensazione benefica di freschezza. Dato che il suo scopo è tonificare la pelle, andrebbe applicato picchiettandolo sul viso, per riattivare la micro-circolazione sanguigna.
    • idrata, questa caratteristica è quella che differenzia i tonici tradizionali occidentali dai tonici viso coreani.

    Tonico Coreano e Tonico Occidentale: Le differenze

    Il tonico coreano “idrata”: pone le basi insieme all’essenza per creare la giusta umidità sulla pelle in modo che possa assorbire al meglio i trattamenti successivi della routine coreana.

    La ricerca costante e quasi maniacale di una pelle dewy and glowy (rugiadosa e radiosa) tra le donne coreane, ha rivoluzionato il tonico: la concentrazione si è spostata sull’idratazione, ecco che i tonici coreani prendono il nome di “freshner”, rinfrescanti, si trasformano in “Mist” acque idratanti e profumate da spruzzare sul viso a qualsiasi ora del giorno, per rinfrescarlo, idratarlo e fissare il makeup.

    La ricerca costante di idratazione perfetta, porta in Corea alla formulazione del “7 Skin Method” dove Skin non significa pelle, ma è il termine con cui viene chiamato il tonico in Corea, e sette sta per il numero di volte con cui viene applicato picchiettandolo sul viso, attraverso la tecnica del “Lyering” (stratificazione) utilizzata nella skincare coreana.

    Molte le formulazioni di tonici viso esfolianti, a base di acidi BHA (acido salicinico) o acidi AHA (acido glicolico o lattico) occorre sottolineare che, come per l’utilizzo degli esfolianti, sarebbe preferibile il loro utilizzo serale, in caso di utilizzo la mattina è necessario proteggere la pelle dai raggi solari in quanto resta più sensibile.

    Un formato molto utilizzato in Corea, sono i “toner pads” dischetti di cotone imbevuti di tonico viso idratante o soluzione esfoliante. Qui è premiata la praticità di poter avere a disposizione un tonico viso che pulisca e idrati la pelle anche fuori casa o in viaggio.

    Per sapere scegliere un tonico viso in base al proprio tipo di pelle diamo indicazioni delle piante funzionali che potete trovare tra gli ingredienti:

    Quali sono i tonici viso per la pelle grassa o mista?

    Sono i tonici che contengono Hamamelis, acidi della frutta, Salice, Tè Verde, Centella Asiatica, Menta, Salvia, Bardana (Arctium Lappa in INCI), Lavanda, Tea Tree, Rosmarino, Aloe Vera.

    Quali sono i tonici per la pelle secca o sensibile?

    Sono i tonici che contengono acqua di Rosa, Camomilla, Arginina, Allantoina, Altea, Portulaca, Liquirizia, Aloe Vera, Centella Asiatica.

    Ricordiamo che è meglio evitare l’utilizzo di tonici a base di alcol, per chi soffre di pelle secca.

    Lettura di approfondimento: Quali sono i migliori tonici coreani per tonificare il viso