Step 5 routine coreana: Le Essenze Viso Coreane

Le essenze viso coreane o “essence” sono il vero cuore della routine coreana, hanno una consistenza acquosa, sono più leggere rispetto ai sieri; contengono principi attivi, che servono a idratare, rinnovare, illuminare, uniformare ed elasticizzare la pelle, insomma un vero concentrato di bellezza!

Applica l’essenza dopo il tonico, attendi poi un minuto prima delle successive applicazioni.

In questa sezione trovi le migliori essenze viso coreane! A fondo pagina trovi i tutorial e le differenze tra sieri ed essenze.

Non disponibile
Non disponibile

    Le essenze coreane: cosa sono, a cosa servono

    L’Essence, è un must have nel rituale di bellezza delle donne coreane che lo definiscono come il “vero cuore della routine coreana”.

    Le essenze viso coreane hanno una consistenza acquosa, sono quindi più leggere rispetto ai sieri; contengono principi attivi, che apportano idratazione, stimolano il rinnovamento cellulare e aumentano le difese della pelle, insomma un vero concentrato di bellezza!

    Le essenze, sono i primi ingredienti attivi che andremo ad applicare dopo il tonico e prima di sieri e creme viso coreane.

    Ma che cos’è l’essenza coreana?

    Un “concetto” (prodotto) sconosciuto alla skincare occidentale fino a qualche anno fa. La migliore risposta a questa domanda, è da ricercare nelle caratteristiche genetiche della pelle asiatica.

    Le donne asiatiche hanno solitamente la pelle più spessa rispetto alle caucasiche, ma la loro barriera cutanea è più fragile.

    Lo strato corneo ha un tasso di idratazione inferiore. Per questo motivo la pelle asiatica è più secca e disidratata, è spesso ipersensibile e irritabile dallo stress ambientale. Da qui nasce l’esigenza per loro di un grado di idratazione in più.

    Lo scopo dell’essenza coreana è quello di aggiungere umidità alla pelle e attivi che vadano a integrare e aumentare le difese naturali, permettendo al tempo stesso il miglior assorbimento dei principi attivi che verranno applicati successivamente, in quanto la pelle già umida avrà la stessa funzione ricettiva di una spugna.

    Qual è la differenza tra essenza e siero?

    La concentrazione

    Le essence coreane hanno quasi sempre l’acqua come primo ingrediente nell’INCI, gli ingredienti attivi non sono concentrati come nei sieri ma in essa disciolti.

    Per esempio, uno stesso ingrediente naturale viene estratto in modo diverso per aumentarne la sua concentrazione:

    • Aloe Barbadensis Leaf Extrac, nell’essenza l’estratto è fatto direttamente dalla foglia
    • Aloe Barbadensis Leaf Juice Powder, nel siero l’estratto è fatto sulle foglie ridotte in polvere la cui concentrazione risulta essere 200 volte maggiore

    Basta immaginare alla reazione delle nostre papille gustative assaporando un cucchiaino di passata di pomodoro e un cucchiaino di concentrato di pomodoro; la reazione della nostra pelle alla concentrazione degli ingredienti è la medesima.

    Allora perché utilizzare l’essenza quando il siero ha più efficacia?

    L’essenza prepara quel terreno umido pronto per ricevere i principi attivi successivi, che siano creme idratanti o sieri mirati a risolvere problematiche.

    Abbiamo sopra menzionato il paragone con una spugna. Qui abbiamo steso la stessa crema e lo stesso siero sulla medesima spugna con la differenza che la parte di destra è stata bagnata. Creme e sieri riescono a penetrare maggiormente sulla parte bagnata che sulla parte secca, e questo succede anche sulla nostra pelle.

    Inoltre per lo stesso motivo, gli ingredienti pesanti vengono lasciati fuori dalla formulazione delle essenze per mantenere la pelle ricettiva ai trattamenti successivi, senza formare barriere che creino difficoltà di assorbimento.

    L’utilizzo di un siero non è sempre necessario, le concentrazioni fanno proprio in modo di avere più efficacia e quindi maggior risultato là dove è strettamente necessario, la ruga, la macchia cutanea, l’irritazione, il poro dilatato, la desquamazione, etc.

    L’essenza quindi, è quel concetto di “prodotto unico nel suo genere” per la skincare quotidiana (la sua quantità nel packaging ne giustifica l’utilizzo), la miglior soluzione di prevenzione per mantenere una pelle sana e protetta.

    Perché l’essence coreana a nostro avviso può definirsi un elisir di eterna giovinezza?

    L’utilizzo nelle formulazioni coreane di ingredienti attivi fermentati, permette di rinforzare le nostre barriere cutanee, promuovendo l’auto-protezione e l’auto-rigenerazione.

    La cosmesi coreana sfrutta le proprietà chimiche della fermentazione naturale, quindi non procedimenti chimici, per estrarre e potenziare i principi attivi dell’ingrediente vegetale.

    Nel processo di fermentazione, i batteri buoni “fermenti” (muffe, lieviti) si nutrono degli zuccheri e dell’amido, generando acido lattico.

    Un processo che non solo conserva (avendo creato un ambiente acido) ma crea amminoacidi, vitamine del gruppo B, acidi grassi omega-3, sali minerali fra cui magnesio, fosforo, potassio, ferro, calcio e selenio ed enzimi benefici, tutti elementi che hanno effetto trofico sulla pelle (nutrimento e rigenerazione cellulare).

    La sostanza trasformata (non riproducibile chimicamente) diventa così più facilmente assimilabile e dermo-compatibile, quindi tollerante dalle pelli più sensibili.

    Inoltre, prodotti fermentati di solito non contengono parabeni, perché gli ingredienti fermentati aiutano a preservare il prodotto.

    Qui trovi l’identikit che ti permette di distinguere un’essenza da un siero

    • Essence: diluita, liquida, azione preventiva idratante, rigenerante e protettiva, formato 50/150ml.
    • Serum: concentrato, denso, azione specifica e mirata della concentrazione su una problematica, formato 30/50 ml.