Glass skin: il rituale di bellezza della K-Beauty

glass skin

    Sappiamo che i rituali di bellezza coreani sono volti ad un obiettivo profondamente simbolico: essere curati fuori è lo specchio dell’io interiore. La glass skin mira a questo concetto: non la perfezione dell’incarnato, ma il raggiungimento di una pelle sana. 

    Se siete appassionati di skincare coreana vi sarà certamente capitato di sentire il termine “mul (o kkul) gwang”: una pelle liscia, tonica, turgida, luminosa, così sana da sembrare specchiata. La pelle di vetro che oggi è conosciuta come glass skin è un concetto diventato di tendenza nel 2017 e ritornato in auge oggi, che si rifà proprio alle radici della skincare coreana. 

    In Corea infatti c’è un complimento rappresentativo di questo concetto: “Pibu mal ga boh yuh” e cioè “La tua pelle è priva di nuvole”, limpida, radiosa. 

    Da qui la base di un concetto che fa parte della tradizione coreana da secoli e che oggi è diventato un trend mondiale. 

    glass skin

    Come nasce la tendenza glass skin? 

    Il mondo della cosmetica coreana è stato spesso influenzato dalle star del K-Pop: molte protagoniste delle girl band coreane sono diventate fautrici di tendenza non solo riguardo la musica ma anche per il loro aspetto. Chok chok è uno degli slang introdotti da loro e sta ad indicare una pelle molto curata, ben idratata. Queste pop star infatti portano avanti una cura della pelle da vere professioniste, ottenendo incarnati levigati e sodi che traspaiono dai loro make up effetto naturale. 

    Nel 2017 l’espressione coreana yuri pibu (유리 피부), che significa appunto pelle di vetro, viene tradotta come glass skin dall’imprenditrice coreano-americana Alicia Yoon, durante il lancio del suo omonimo siero idratante. 

    Il termine diventa rapidamente un trend che ancora oggi fa tendenza sui social. 

    glass skin

    Come ottenere la glass skin

    La glass skin non è la ricerca della perfezione, consiste invece nel portare la nostra pelle verso l’equilibrio, rendendola innanzitutto più sana e anche il più liscia, compatta e luminosa possibile, andando a lavorare sulla sua consistenza e sulla grana per poterla migliorare, senza però ossessionarsi per arrivare a un effetto filtro. 

    La pelle di vetro è naturalmente luminosa, quasi traslucida. È importante quindi che non venga confusa con una oily skin, che rappresenta invece una tipologia di pelle oleosa, grassa, con un disequilibrio nella produzione di sebo. Al contempo non è da considerarsi lo stesso della glowy o dewy skin, che sono concetti da ricondurre ad un effetto luminoso o bagnato ottenuto tramite il make up. 

    Avere una pelle sana non è un sogno irrealizzabile bensì qualcosa che tutti possiamo raggiungere con una skincare routine costante che sia composta dai giusti prodotti e soprattutto prendendosi cura della salute. 

    Le basi fondamentali restano: 

    • Corretta alimentazione e idratazione 
    • Protezione dai raggi solari
    • Protezione dallo smog
    • Limitare tutto ciò che può contribuire allo stress ossidativo, causa dell’invecchiamento cutaneo
    glass skin

    A questi va aggiunta una skincare routine che innanzitutto si prefigga di rispondere alle esigenze delle pelli più problematiche come quelle colpite da eczemi, rosacea, dermatiti. Infine mantenere la pelle sempre protetta con filtri solari e correttamente idratata per far sì che possa svolgere le sue funzioni, tra cui quella di barriera. 

    Ecco quindi che in una routine che si rispetti, oltre agli attivi funzionali alle personali necessità, non possono mancare: 

    • Un detergente delicato ma efficace
    • Un buon idratante
    • Degli antiossidanti 
    • Periodicamente un’esfoliazione adatta al nostro tipo di pelle

    Ma per ottenere la glass skin il vero segreto sta nella costanza: solo una cura della pelle quotidiana, attenta e scrupolosa, potrà portarci vicino al raggiungimento di una pelle di vetro. 

    glass skin

    Glass skin e make up

    Abbiamo detto che una pelle effetto vetro è traslucida di suo, senza necessità di make up. 

    Con la glass skin infatti il trucco non serve a coprire, bensì ad esaltare le naturali caratteristiche della pelle. 

    Per quanto sia un obiettivo raggiungibile tramite una skincare adeguata, la glass skin è diventata anche una tendenza make up volta a non coprire la pelle bensì a farla risaltare con un make up naturale e delicato. 

    Da ossessione è diventata qualcosa di più democratico, che chiunque può raggiungere nell’immediato con i giusti accorgimenti e i corretti prodotti di make up. 

    La tendenza si è diffusa su Tik Tok quando alcuni creator hanno iniziato a preferire i look naturali, che lasciavano intravedere la grana della pelle e ne esaltavano il colore naturale, in contrapposizione ai make up più costruiti e artificiosi. 

    Si potrebbe dire che sia stato un ritorno alla bellezza naturale, senza fronzoli, che esalti le caratteristiche di ognuno. 

    Ma dietro questi trucchi così naturali, spesso c’è anche più lavoro di quelli costruiti, perché sono volti sostanzialmente ed esaltare l’effetto luminoso della pelle rendendolo quasi come glassato e questo mantenendo l’uniformità della texture e della grana. 

    Un risultato che è difficile da ottenere se di base non c’è una pelle molto curata, uniforme nel colorito, soda e senza imperfezioni. 

    Ecco perché questi trucchi, definiti dagli esperti “make up no make up” sono pieni di astuzie, sovrapposizioni di prodotti che riescono a camuffare i pori dilatati, uniformare il colorito e far risplendere la pelle senza che si percepiscano i cosmetici applicati. 

    Possiamo quindi dire che una glass skin può essere risaltata col make up ma anche ricreata grazie ad esso. Come? 

    glass skin

    Risaltare la glass skin con il make up può sembrare semplice ma al contempo essere pieno di insidie. 

    Una pelle sana, turgida e luminosa necessita infatti di prodotti leggerissimi, che si fondono naturalmente con la pelle, senza essere troppo percepibili. 

    Ecco quindi che: le tone up cream diventano validi alleate insieme alle bb cream più leggere. I primer sono luminosi e con effetti glow. Sono perfetti i blush in crema, le ciprie idratanti e i balsami labbra colorati. 

    Di ogni prodotto vanno usate piccolissime quantità, da applicare direttamente con le dita perché si fondano con l’incarnato, e solo in punti strategici e dove c’è reale necessità. 

    In questo modo il trucco non sarà troppo percepibile e la naturale luminosità della pelle verrà esaltata.

    Se invece non abbiamo ancora raggiunto l’obiettivo di una pelle sana e abbiamo una grana irregolare, rossori e imperfezioni, il make up può essere un validissimo alleato per camuffarli e ottenere la glass skin tanto agognata. 

    glass skin

    Tra gli immancabili prodotti per un glass skin make up troviamo sicuramente: 

    • Primer correttori del colorito per ridurre i rossori e il grigiore
    • Primer ad effetto blur per ridurre l’aspetto dei pori dilatati
    • Fondotinta e bb cream dal finish naturale luminoso, per simulare il normale aspetto di una pelle sana
    • Blush, contour e illuminanti in crema, ben dosati e che si fondano perfettamente con l’incarnato, fino a sembrare un suo prolungamento 
    • Balsami labbra idratanti e dai toni simili ai propri, per riprodurre una bocca turgida e naturale
    • Ciprie traslucide libere che fissano senza opacizzare
    • Cere per sopracciglia per ottenere l’effetto laminato

    Anche in questo caso i prodotti vanno scelti con cura, applicati con parsimonia e attenzione, in modo da ottenere un effetto naturale. 

    Ora che ti abbiamo svelato i segreti della glass skin non ti resta che costruire la tua beauty routine coreana personalizzata per raggiungere l’obiettivo della pelle specchiata e soprattutto sana! 

    Ricorda che è un processo lungo, quindi nel frattempo se vuoi, puoi ricrearla col make up! 

    Trovi tutti i migliori cosmetici coreani su Moody Skin! 

     

    Disclaimer

    Moodyskin si impegna a garantire l'accuratezza di immagini e delle informazioni dei prodotti in vendita, tuttavia modifiche riguardanti l'imballaggio e/o gli ingredienti da parte dei produttori potrebbero essere in corso di aggiornamento sul nostro sito. I prodotti possono essere spediti occasionalmente in confezioni alternative da parte del produttore, ciononostante si garantisce l’originalità e la freschezza del prodotto. Si prega di leggere attentamente le etichette, le istruzioni e le avvertenze riportate sulle confezioni originali, tenute costantemente aggiornate dallo stesso produttore; facendo riferimento alle informazioni sul sito solo ed esclusivamente a titolo informativo. In nessun caso le informazioni presenti sul sito, costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non sostituiscono il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Se si hanno dubbi in merito all'utilizzo di un prodotto, per sostanze o ingredienti in esso contenuti, si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o dello specialista riguardo qualsiasi indicazione riportata sull'etichetta del prodotto ed eseguire un patch test al primo utilizzo. Moodyskin non risponde in alcun modo riguardo sensibilizzazioni o allergie personali agli ingredienti del prodotto riportati sull'etichetta della confezione originale, oltremodo non possono essere considerate difetto del prodotto stesso.