Date di scadenza dei cosmetici coreani: facciamo chiarezza

date di scadenza dei cosmetici coreani

    Le date di scadenza dei cosmetici coreani non si discostano dalla normativa Europea, pertanto seguono le stesse linee guida dei cosmetici che abitualmente acquistiamo in profumeria, in farmacia o al supermercato; ma spesso le parole scritte in coreano possono mettere in difficoltà il consumatore e creare qualche perplessità, quindi in questo post vogliamo fare un po’ di chiarezza riguardo sia le date di scadenza che la conservazione dei vostri cosmetici coreani.

    Tutti i cosmetici in commercio, hanno un determinato periodo di conservazione, che garantisce un utilizzo efficace e sicuro; per stabilirne la loro durata i cosmetici vengono sottoposti a rigorose analisi e test.

    Nel cosmetico l’inserimento di sostanze conservanti ne garantisce la stabilità della formula e l’integrità delle proprietà cosmetiche per un determinato periodo di tempo e a date temperature, senza che un eventuale deterioramento comporti lo sviluppo di cariche microbiche, muffe e lieviti a danno del consumatore.

    L’Articolo 19 del regolamento europeo (CE) n. 1223/2009, in vigore dall’11 Luglio del 2013 obbliga di fatto ad inserire in etichetta le indicazioni per la durata di conservazione del cosmetico, e i cosmetici coreani non fanno l’eccezione alla regola.

    conservazione del cosmetico

    Come si possono trovare le date di scadenza sui cosmetici

    In base al regolamento, sulla confezione del cosmetico possiamo trovare:

    LA DATA DI SCADENZA

    simbolo clessidra

    Associata al simbolo della clessidra e alla dicitura “usare preferibilmente entro”, quando il cosmetico ha un periodo di conservazione al di sotto di 30 mesi. Anche se il prodotto viene aperto, manterrà inalterate le sue funzioni e la sua struttura fino alla scadenza indicata.

    La durata di conservazione minima si riferisce al prodotto correttamente conservato. In questo lasso di tempo, il cosmetico preserva tutte le sue funzioni e la sua struttura originale. Questi prodotti scadono alla data indicata, indipendentemente se il prodotto sia stato aperto o meno.

    IL PAO

    simbolo PAO

    Acronimo di “Period After Opening” è il periodo dopo l’apertura entro il quale deve essere utilizzato il cosmetico per beneficiare delle sue proprietà.

    Si associa il PAO ad un barattolino aperto con all’interno un numero con la lettera M che indica il numero di mesi entro il quale va utilizzato il prodotto dopo la sua apertura. Ad esempio se troviamo 12M, significa che deve essere utilizzato entro 12 mesi dal momento in cui viene aperto per la prima volta.

    I cosmetici che riportano il PAO sull’etichetta, possiedono una formula con durata di conservazione superiore ai 30 mesi, purché il cosmetico venga mantenuto chiuso; e per legge non è obbligatorio riportare sulla confezione la data di scadenza. Il consiglio sarebbe quello di attenersi al consumo del cosmetico almeno entro i 4 anni dalla data di produzione, ecco perché che molte aziende la specificano sulla confezione, oppure riportano un Batch Number, un numero che identifica in modo univoco il lotto di fabbricazione, con il quale è possibile risalire alla precisa data di produzione del lotto stesso.

    Esistono diversi siti che prevedono questo tipo di ricerca, i più noti sono:

    Come sono indicate le date di scadenza dei cosmetici coreani

    Le case cosmetiche coreane negli ultimi anni, con l’espansione esponenziale del loro mercato in Europa, hanno sentito la necessità di adeguare le loro etichette al mercato occidentale. Ecco che mentre all’inizio l’etichetta era completamente in lingua coreana, tradotta poi dal distributore, oggi le traduzioni in lingua inglese sono spesso già presenti sull’etichetta originale del prodotto: dalla descrizione, agli ingredienti, alle precauzioni, alla dicitura della scadenza; quindi è quasi normale trovare la data di scadenza con la dicitura “EXP” che sta per expiration date.

    Ma esistono ancora molte eccezioni, vediamo dunque le diciture in lingua coreana che identificano la durata e le date di scadenza dei cosmetici coreani.

    date di scadenza in coreano

    Sui cosmetici coreani è possibile trovare la data di scadenza come quella di fabbricazione, vediamo come sono indicate in lingua coreana:

    La parola coreana “까지” significa “fino al” e identifica la data di scadenza dei cosmetici coreani (expiration date).

    La parola coreana “제조” significa “prodotto” e identifica la data di fabbricazione (manufacturing date), si può trovare anche la lettera “M” accanto a una data scritta al contrario di come siamo abituati a scrivere noi: nel formato AAAA/MM/GG quindi prima l’anno, poi il mese e infine il giorno; in questo caso “M” sta per Manufactured. Si può trovare anche la sigla MDF o MFG (manufactoring).

    Meno usuale trovare la parola 사용기한 che significa “data di utilizzo” (use Periods) da utilizzare entro il periodo.

    Dove si trovano le date di scadenza sui cosmetici

    Oltre che sulla scatola dell’imballo del prodotto (ove prevista), le date di scadenza dei cosmetici coreani si trovano sul packaging che contiene la formulazione:

    Nei barattoli e flaconi le date di scadenza dei cosmetici coreani, si trovano generalmente sul fondo del barattolo (oltre che sulla confezione esterna che contiene il prodotto)

    data di scadenza flaconi

    Nei tubi le date di scadenza dei cosmetici coreani sono stampate in rilievo sulla giunzione di chiusura alla fine del tubo.

    data di scadenza tubo

    Nelle maschere in tessuto la data di scadenza è impressa sulla saldatura dei bordi di chiusura della confezione.

    data di scadenza maschere tessuto

    Cosa fare se un prodotto è scaduto?

    È importante specificare che le date di scadenza dei cosmetici coreani, come in tutti i cosmetici, non delimitano un divieto tassativo nell’uso dopo tali date. Certamente, è importante cercare di rispettare i limiti ma, se il cosmetico non ha cambiato consistenza o odore nelle settimane successive, è possibile farne uso anche dopo la scadenza senza incorrere a particolari problemi, purchè ci si affretti nel suo consumo in brevissimo tempo.

    Superato il determinato periodo di tempo indicato in etichetta, attraverso la data di scadenza o PAO, il produttore non assicura la sua integrità e la sua funzionalità, ciò non significa che il giorno della data di scadenza il cosmetico risulta dannoso alla salute. Come per le date di scadenza sugli alimenti il fatto che un pacco di pasta scade il 23 del mese non significa che non si possa mangiare il 24. Ovviamente il buon senso ci dice di non prolungare la durata di utilizzo oltre a tale data, ma impariamo a valutare le caratteristiche organolettiche per capire se può essere finito il prima possibile:

    • è cambiato notevolmente di colore?
    • presenta odore acre, rancido o chimico?
    • la sua struttura si è alterata? Ad esempio si sono separate le fasi del prodotto (fase liquida dalla solida)? Proviamo a mescolare il prodotto e se tendono a separarsi nuovamente è consigliabile buttarlo.

    Se questi tre aspetti non hanno subito variazioni importanti, potremo cercare di consumare i prodotti il prima possibile.

    Attenzione particolare a formulazioni che si deteriorano con più facilità

    Scadenze delle protezioni solari

    Le protezioni solari, presentano formule complesse, che se dovessero variare per esposizione al calore o all’aria prolungata potrebbero sensibilmente cambiare anche il grado di protezione dai raggi UV esponendoci al rischio di scottature, eritemi o altri danni alla pelle. Quindi consigliamo di cercare di utilizzare tutta la protezione solare nel periodo in cui è stata aperta, e provvedere all’acquisto di un nuovo sunscreen nella stagione estiva successiva. In poche parole, la protezione solare aperta e utilizzata quest’estate, potrebbe non garantire l’identica protezione l’estate successiva, anche se la data di scadenza rientra nel periodo.

    Scadenze dei prodotti biologici

    Le date di scadenza dei cosmetici coreani biologici, sono sempre più brevi, in quanto spesso i cosmetici Bio sono privi di conservanti sintetici. Le loro scadenze generalmente non superano i 18/24 mesi.

    Se il prodotto è aperto e scaduto da tempo è possibile utilizzarlo?

    In questo caso è consigliabile gettarlo, in quanto a contatto con l’aria potrebbe aver sviluppato batteri e microrganismi patogeni.

    Alcuni consigli utili per conservare la meglio i cosmetici coreani

    Conservare nel modo corretto un cosmetico con opportune precauzioni nell’utilizzo, non ne aumenta la durata, ma sicuramente ne conserva le funzionalità!

    Quindi ecco qui alcune regole basilari per un corretto utilizzo e conservazione dei cosmetici in generale:

    Aprire un cosmetico nuovo solo se hai intenzione di utilizzarlo effettivamente, in quanto una volta aperto il cosmetico inizia il processo di ossidazione.

    I cosmetici dopo ogni utilizzo, vanno richiusi subito per evitare la lunga esposizione all’aria.

    Se è prevista una palettina in dotazione, va usata! Evitiamo di portare microorganismi all’interno della crema con l’uso delle dita. Se la palettina non è in dotazione si possono utilizzare dei cotton fioc usa e getta.

    MISSHA Premium Dual Cotton Swabs 200pcs

    missha-premium-dual-cotton-swabs-200pcs-1

    Pulire sempre la palettina dopo ogni utilizzo.

    Impara a segnare la data di apertura sull’etichetta, sarà più semplice rispettare il PAO.

    I cosmetici si conservano meglio se lontano da fonti di luce e calore, quindi non in bella vista sulle mensole del bagno, ma chiusi in cassetti o armadietti.

    I cosmetici a base di vitamina C vanno conservati al buio e al fresco, quindi non gettare la scatola, e conservare il prodotto in frigorifero. Utilizzare i cosmetici alla vitamina C entro un periodo di 3-4 mesi circa.

    Evitare di utilizzare i prodotti scaduti, le variazioni chimiche innescate dal processo di ossidazione, potrebbero causare irritazioni o reazioni allergiche specialmente alle pelli sensibili.

    Qui sotto si trova una guida rapida di quanto ci siamo detti!

    GUIDA ALLE SCADENZE DEI COSMETICI COREANI

    Speriamo con questo blog di aver chiarito i dubbi sulle date di scadenza dei cosmetici coreani e aver dato qualche suggerimento utile per conservarli al meglio e garantire di conseguenza, la freschezza e l’efficacia di tutti i principi attivi in essi contenuti.

     

    Disclaimer

    Moodyskin si impegna a garantire l'accuratezza di immagini e delle informazioni dei prodotti in vendita, tuttavia modifiche riguardanti l'imballaggio e/o gli ingredienti da parte dei produttori potrebbero essere in corso di aggiornamento sul nostro sito. I prodotti possono essere spediti occasionalmente in confezioni alternative da parte del produttore, ciononostante si garantisce l’originalità e la freschezza del prodotto. Si prega di leggere attentamente le etichette, le istruzioni e le avvertenze riportate sulle confezioni originali, tenute costantemente aggiornate dallo stesso produttore; facendo riferimento alle informazioni sul sito solo ed esclusivamente a titolo informativo. In nessun caso le informazioni presenti sul sito, costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non sostituiscono il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Se si hanno dubbi in merito all'utilizzo di un prodotto, per sostanze o ingredienti in esso contenuti, si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o dello specialista riguardo qualsiasi indicazione riportata sull'etichetta del prodotto ed eseguire un patch test al primo utilizzo. Moodyskin non risponde in alcun modo riguardo sensibilizzazioni o allergie personali agli ingredienti del prodotto riportati sull'etichetta della confezione originale, oltremodo non possono essere considerate difetto del prodotto stesso.