Radice di Peonia: proprietà e benefici per la pelle

radice di peonia proprietà e benefici

    A cosa serve la radice di Peonia? Perché è efficace come crema antirughe e antiage?

    La chiamano “rosa senza spine”, con quei suoi mille petali che vanno dal bianco al rosso, il profumo delicato e inebriante: la peonia è senza dubbio uno dei fiori più belli della primavera ma anche un ingrediente cosmetico super apprezzato. Scopriamolo insieme.

    Elenco degli argomenti

    radice di peonia

    Storia e caratteristiche della peonia

    La Peonia Officinalis è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae, alta e perenne con steli che raggiungono altezze superiori al metro. Esistono specie arbustive che si possono trovare praticamente in tutto il mondo, anche se preferisce i climi umidi e cresce spontaneamente solo nell’emisfero boreale. Ne esistono molte varietà, la più utilizzata in cosmesi è la Peonia Lactiflora, o peonia bianca, originaria della Mongolia e della Siberia, per le sue proprietà lenitive, rigeneranti e purificanti. 

    Sebbene in Europa sia arrivata solo nel 18° secolo, le sue origini affondano nella Cina di più di duemila anni fa, se ne trovano cenni addirittura nell’Iliade. Esistono anche delle varietà tutte italiane, derivanti probabilmente dal boom che il fiore ebbe nell’800, al punto che la stessa imperatrice Giuseppina Bonaparte le utilizzò per il giardino della sua residenza parigina.

    Fiorisce una sola volta, ed è probabilmente per questo che nella cultura orientale rappresenta la serenità, l’eleganza e la nobiltà d’animo, infatti per molto tempo fu appannaggio esclusivo dei giardini imperiali. 

    Secondo alcuni miti era l’unico fiore coltivato sul Monte Olimpo, ecco perché è associato all’immortalità e perché la pianta era utilizzata in molti riti popolari contro il malocchio. Sembra infatti che il suo stesso nome risalga agli antichi miti greci: fu Peone, figlio di Asclepio, dio della medicina, ad utilizzare la radice di peonia per curare una ferita di Ade che lo tramutò poi nel fiore che oggi conosciamo per proteggerlo dall’invidia paterna. 

    Molto rappresentata anche sulle sete giapponesi, come simbolo di amore e prosperità, si credeva che, imprimendo la sagoma sulla pelle, si potesse infondere coraggio ai soldati prima di una battaglia. 

    radice di peonia

    Proprietà cosmetiche della radice di Peonia

    La peonia si compone di più parti, quasi tutte utilizzate in cosmesi come in altri ambiti. 

    I petali ad esempio sono commestibili e possono essere aggiunti alle insalate, le foglie giovani e secche sono anche eccellenti per fare il tè. I semi invece sono velenosi, così come quasi tutti quelli delle piante appartenenti alla famiglia delle ranuncolacee.

    I suoi utilizzi nella medicina tradizionale cinese risalgono a tempi antichi, la radice di peonia lactiflora veniva infatti utilizzata per:

    1. Contrastare l’epilessia, le convulsioni, emicranie e nevralgie
    2. I petali e le radici della pianta sono utilizzati in fitoterapia per trattare l’asma, gli spasmi e la tosse.
    3. La tintura di radice di peonia ha un’influenza benefica sulla funzione del muscolo cardiaco e sullo stato del sistema nervoso.
    4. È anche usata per trattare i disturbi del sonno, l’ansia e gli spasmi muscolari.

    In ambito cosmetico se ne usano principalmente fiori e radici, soprattutto quelli della Peonia Officinalis e della Peonia Lactiflora. Nella prima i fiori sono fonte di attivi lenitivi e idratanti, le radici invece contengono un potente antiossidante, che si chiama paeoniflorina, oltre a flavonoidi e polifenoli. Dalla seconda invece si estraggono attivi utili a contrastare le discromie e le iperpigmentazioni, a lenire e calmare le pelli arrossate o stressate.

    La peoniflorina è la componente maggiormente presente nella pianta della peonia, in particolare nei petali, nei semi e nelle radici. 

    • A livello cosmetologico è nota per le sue proprietà antinfiammatorie, anti-invecchiamento e antiossidanti, viene oggi estratta dalle radici della peonia per avere i cosmetici anti-age come creme e sieri ed è utilizzata con successo anche nei casi di psoriasi, per le sue capacità di rinnovamento mitocondriale. 
    • Inoltre è molto utilizzata per le sue proprietà anti-macchia, in quanto aiuta a ridurre la produzione di melanina, riducendo le problematiche dell’iperpigmentazione. 
    • Nonché per l’attività anti-pollution, molto richiesta negli ultimi anni, in quanto riduce lo stress ossidativo prodotto dallo smog e protegge la pelle dall’inquinamento urbano. 
    • Infine ha proprietà lenitive e disarrossanti.

    Da non dimenticare infine che la Peonia è molto utilizzata anche nella profumeria, la troviamo spesso nelle piramidi olfattive di fragranze floreali, associata ad altri fiori bianchi e non.

    Inoltre le sue proprietà lenitive e antiossidanti sono molto apprezzate anche nelle formulazioni per capelli, specialmente quelle dedicate ad un cuoio capelluto stressato e sensibile, soggetto a caduta o a lavaggi frequenti.

    L’estratto di Peonia come antiage

    La Peonia come dicevamo era considerata la pianta dell’immortalità e questa sua caratteristica in un certo senso si esplica tramite le sue proprietà cosmetiche anti age. 

    L’estratto di radice di peonia infatti attiva l’autofagia riducendo i sintomi dell’invecchiamento ed eliminando i mitocondri che non sono più in grado di generare energia.

    Di conseguenza, non si generano radicali liberi e la pelle rimane soda ed elastica. 

    Gli estratti di radice di peonia aiutano anche la sintesi del collagene (una importante proteina antirughe) e stimolano la produzione delle papille dermiche generando quindi una cute più liscia e di fatto con meno rughe.

    L’aggiunta dei polifenoli all’interno dell’estratto di Peonia ha anche azione rivitalizzante che riflette un viso decisamente più luminoso.

    La radice di Peonia è usata per aiutare con le condizioni della pelle come l’acne e la psoriasi, grazie alle significative proprietà antinfiammatorie.

    La Peonia può anche essere presa per via orale per migliorare la funzione del fegato e rimuovere le tossine dal nostro sistema, il che aiuterà ad eliminare la produzione di olio in eccesso nel corpo.

    La Peonia è anche utile nel ridurre la comparsa di macchie (discromie della pelle) e ridurre l’infiammazione della pelle.

    Un altro beneficio è la presenza di proprietà antimicrobiche che impediscono ai batteri cattivi di moltiplicarsi e causare infezioni.

    Nel complesso la radice di peonia è una grande aggiunta a qualsiasi cura della pelle.

    Alcuni cosmetici a base di Peonia sono:

    ACWELL Licorice PH Balancing Cleansing Toner 150ml

    In questo tonico viene utilizzata la radice del fiore, dalle proprietà depigmentanti e gli effetti astringenti.

    acwell-licorice-ph-balancing-cleansing-toner-150ml

    Whamisa Organic Flower Fermented Toner Deep Rich

    Presente in molti prodotti di Whamisa all’interno di un bouquet fiorito per le sue proprietà antiossidanti e lenitive.

    whamisa-organic-flower-fermented-toner-deep-rich-335ml

    I’M FROM Ginseng Serum

    In sinergia con il Ginseng preserva la pelle dall’invecchiamento cutaneo.

    i-m-from-ginseng-serum-30ml
     

    Disclaimer

    Moodyskin si impegna a garantire l'accuratezza di immagini e delle informazioni dei prodotti in vendita, tuttavia modifiche riguardanti l'imballaggio e/o gli ingredienti da parte dei produttori potrebbero essere in corso di aggiornamento sul nostro sito. I prodotti possono essere spediti occasionalmente in confezioni alternative da parte del produttore, ciononostante si garantisce l’originalità e la freschezza del prodotto. Si prega di leggere attentamente le etichette, le istruzioni e le avvertenze riportate sulle confezioni originali, tenute costantemente aggiornate dallo stesso produttore; facendo riferimento alle informazioni sul sito solo ed esclusivamente a titolo informativo. In nessun caso le informazioni presenti sul sito, costituiscono la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non sostituiscono il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Se si hanno dubbi in merito all'utilizzo di un prodotto, per sostanze o ingredienti in esso contenuti, si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o dello specialista riguardo qualsiasi indicazione riportata sull'etichetta del prodotto ed eseguire un patch test al primo utilizzo. Moodyskin non risponde in alcun modo riguardo sensibilizzazioni o allergie personali agli ingredienti del prodotto riportati sull'etichetta della confezione originale, oltremodo non possono essere considerate difetto del prodotto stesso.