Skincare per pelle asfittica: prodotti migliori

pelle asfittica

Si sente spesso parlare di pelle asfittica, ma non è sempre chiara la sua definizione. Scopriamo cosa significa e come trattarla.

Avere una pelle asfittica significa non riuscire a strutturare con facilità la propria routine skin care: le creme leggere non sembrano bastare, quelle più ricche restano in superficie e il make up non performa al meglio. Come comportarsi?

Vediamo com’è caratterizzata una pelle asfittica e quali prodotti è meglio utilizzare.

Pelle asfittica: significato

Iniziamo col dire che la pelle asfittica non è una tipologia di pelle ma una condizione, questo significa che è transitoria, può essere quindi risolta con una giusta routine.

Il termine fu coniato dalla Dott.ssa Riccarda Serri pochi anni fa, dermatologa, docente universitaria e divulgatrice, aveva individuato questa condizione in molte delle sue pazienti.

Asfittica è quella pelle che non respira, ma attenzione, non nel senso vero e proprio del termine. La pelle non respira, bensì traspira: ci sono quindi degli scambi tra di essa e l’ambiente circostante: l’acqua al suo interno evapora e può essere reintegrata con i cosmetici, le sostanze permeano selettivamente attraverso gli strati superficiali e possono rinforzarli ma anche danneggiarli.

Cosa intendiamo quindi con il termine asfittico? Una pelle che non riesce più a comunicare al meglio con l’ambiente esterno, perché “soffocata” dalle sue stesse cellule.

Pelle asfittica: come riconoscerla

pelle asfittica

La pelle asfittica infatti è caratterizzata da uno strato corneo ispessito e ruvido, opaco e spento. Spesso è accompagnata da pori dilatati, comedoni e microcisti, e da una sensazione al tatto di oleosità. Un mix di pelle estremamente secca ed estremamente grassa che manda in confusione chiunque si ritrovi in questa condizione.

Chi ne è affetta spesso è convinta di avere una pelle grassa e impura, ma utilizzando cosmetici per quel tipo di pelle va incontro a peggioramenti. D’altra parte però, texture più ricche restano in superficie, aumentando il senso di oleosità. Ci si affida quindi a scrub e maschere riequilibranti che però risolvono la situazione solo per un brevissimo lasso di tempo.

Pelle asfittica: cause e rimedi

Quali sono le cause più note di questa condizione della pelle? Spesso proprio le routine skincare sbagliate. Frequenti esfoliazioni, detersioni aggressive, mancanza di idratazione, possono portare sul lungo periodo a squilibri dell’epidermide, tra cui anche la condizione di pelle asfittica. 

L’iper esfoliazione ad esempio, così come una detersione eccessivamente aggressiva per la pelle, portano ad un ispessimento dello strato corneo che tende così ad ingrigire e a favorire la formazione di comedoni oltre ad uno stato infiammatorio generale.

A volte questi ispessimenti fanno entrare in circoli viziosi: si sente il ruvido sotto le dita e si decide di fare esfoliazione, dimenticando che spesso la ruvidità è primario sintomo di disidratazione, quindi piuttosto che esfoliare, la pelle andrebbe umettata. 

pelle asfittica

Routine skincare per pelle asfittica

Non esistono prodotti skincare specifici per la condizione di pelle asfittica ma ci sono dei consigli che possono contribuire alla risoluzione del problema.

  • detersione delicata, meglio se per affinità
  • esfoliazione poco frequente, meglio se con esfolianti enzimatici
  • idratazione con texture leggere, ricche in antiossidanti e fermentati

Ecco una routine skincare per pelle asfittica studiata con i prodotti in vendita su MoodySkin:

Infine, anche nel make up, bisogna avere qualche accortezza particolare:

  • l’ideale è utilizzare basi pre trucco idratanti e leggere
  • nelle zone più screpolate è possibile applicare un paio di gocce di olio, di modo che non vi si depositi il fondotinta
  • fra un passaggio e l’altro della base può essere utile vaporizzare uno spray idratante
  • meglio ridurre al minimo l’uso delle polveri, optando per blush e terre in crema, settando tutto con una cipria idratante.
Post Disclaimer

Le informazioni presenti nel sito non sono destinate a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Tutte le informazioni qui presentate non sono intese come sostitutive o alternative alle informazioni fornite dagli operatori sanitari. Consultare il proprio medico in merito a potenziali interazioni o altre possibili complicazioni prima di utilizzare qualsiasi prodotto.